II domenica di Avvento 2023, “Vi battezzerà in Spirito Santo”

II domenica di Avvento 2023

Marco 1,1-8

“Vi battezzerà in Spirito Santo”

La liturgia di oggi ci offre la figura di Giovanni Battista e il suo annuncio dell’imminente arrivo del Messia. Un uomo che attirava delle folle, che sapeva essere convincente. Ma da dove gli veniva questa sua forza? Era senza mezzi, senza nulla che potesse affascinare o catturare suscitando ambizioni mondane, però le persone lo ascoltavano…. Era la sua stessa persona una parola convincente. Il suo stile essenziale testimoniava come lui stesso fosse in ricerca e che nulla di secondario lo avrebbe accontentato, nulla di parziale né tanto meno di inautentico. Ma è proprio quando siamo in contatto con la profondità di noi stessi che avvertiamo il nostro spirito sensibile alle verità che ci raggiungono, che qualcosa risuona in noi di fronte a una testimonianza di autenticità e sincerità. E nasce il desiderio di essere anche noi veri con noi stessi e con il mondo nel quale viviamo…. Poi non sarà sempre semplice, ma è la luce che può guidarci verso una vita sensata. E un passo fondamentale di verità è quello di riconoscere gli errori, il peccato, perché è attraverso questi passaggi che ritroviamo noi stessi e la pace più vera. Ma non è ancora tutto perché anche la verità può diventare disperazione o rassegnazione, i nostri limiti potrebbero convincerci che non valiamo abbastanza. E allora da Giovanni occorre passare al Messia, al Signore Gesù che apre a verità più profonde e ci immerge nel modo dello Spirito per dirci : Sei un figlio prediletto, amato come tutti i tuoi fratelli, chiamato a vivere il bene perché se anche pensassi che la tua vita o tu stesso sei la tua croce sappi che nulla ti impedisce di amare. Se la verità risuona in noi, Gesù è in sintonia con la parte più profonda dell’anima.