Venerdì della II settimana di Avvento “Non avete ballato”

Venerdì della II settimana di Avvento
Matteo 11,16-19
“Non avete ballato”
Il rimprovero ai bambini che non si sono voluti coinvolgere nel gioco dei compagni, ha un sapore di rammarico e dolore… Poteva essere una bella occasione di vita e l’avete rifiutata. E questo è successo ai tempi di Giovanni Battista e di Gesù, ma si ripete anche ora. Potremmo essere come quei bambini, timorosi di lasciarci andare alla verità che ci chiama, bloccati dalla paura di sbagliare o di essere giudicati o di chissà cos’altro. Perché anche se diremo che non era troppo convincente quello che abbiamo ascoltato, la verità è che avevamo paura e ci siamo bloccati. È quest’emozione che ci ferma e che a volte neghiamo attribuendo all’esterno un’insufficiente livello di attrattiva. Potremmo essere rinunciatari su una scelta di fede, una chiamata, uno slancio di servizio o di affetto, un sentimento come una passione… Troppo controllati per paura di soffrire, troppo egoisti per timore di perdere, ma il rischio è quello di non lasciar scorrere il sangue del voler bene nelle nostre vene e ritrovarci stagnanti in una pozza di quieto vivere, lontani dalla gioia del Regno.